Avvisi

Solidarietà Alimentare - Approvazione linee guida generali

solidarieta-alimentare.jpg

Questo ente, quale soggetto gestore in forma associata dei Servizi sociali territoriali Laga, in nome e per conto dei comuni di CAMPLI, CORTINO, ROCCA SANTA MARIA, TORRICELLA SICURA, VALLE CASTELLANA, intende approvare le Linee Guida generali per l’erogazione dei Buoni spesa di cui alla Circolare del Dipartimento della Protezione Civile n. 658 del 29.03.2020.

I cittadini residenti in uno dei comuni di ambito, possono presentare istanza per l'erogazione di buoni spesa alimentari e per l'acquisto di beni di prima necessità ENTRO E NON OLTRE LA DATA DI LUNEDI' 06/04/2020 (ogni buono potrà avere i seguenti valori nominali: € 10,00, € 20,00, € 50,00).

L'istanza, compilata secondo il modello che si allega, deve essere inoltrata al Comune di residenza in una delle seguenti modalità:

  1.  A mezzo mail, all'indirizzo di posta elettronica delle rispettive Amministrazioni comunali;
  2.  A mano, mediante consegna ad operatore autorizzato al ritiro qualora il cittadino sia impossibilitato a muoversi dalla propria abitazione. A tal fine, qualora l'utente non sia in condizione di stampare lo schema di domanda e/o al fine del ritiro dell'istanza in questione, lo stesso potrà rivolgersi al Comune di residenza, al numero telefonico, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.30, che sarà indicato dal Comune medesimo. L'operatore incaricato provvederà a redigere la scheda di istanza, che verrà successivamente sottoposta alla firma dell'utente mediante operatore all'uopo incaricato.

Possono accedere al buono spesa i componenti di nucleo familiare che si trovano, così come autocertificato nello schema di domanda di cui all'Allegato B), nelle seguenti condizioni:

  •  Essere residenti in uno dei comuni di ambito;
  •  Che presso il nucleo familiare non vi sono, al momento, percettori di introiti/redditi sufficienti al soddisfacimento dei bisogni primari e alimentari, qualora non siano stati erogati eventuali ammortizzatori sociali;
  •  Che presso il nucleo familiare non vi sono soggetti percettori di ammortizzatori sociali (Integrazione salariale, cassa integrazione, indennità di mobilità, etc.);
  •  Che presso il nucleo familiare non vi sono soggetti percettori di pensioni contributive e pensioni o assegni sociali. (Possono presentare istanza i percettori di invalidità civile).
  •  Che presso il nucleo non vi sono soggetti percettori di Reddito di cittadinanza per un importo mensile superiore ad euro 300,00;

La quantificazione dei buoni spesa è determinata dal Comune di residenza sulla base delle risorse disponibili e sulla base del numero di domande ricevute.
In considerazione della complessiva disponibilità in capo a ciascun comune, qualora il numero delle istanze dovesse eccedere la predetta dotazione finanziaria, si provvederà a redigere una graduatoria di accesso sulla base della valutazione dell'Assistente sociale competente per territorio.

Il Comune, entro e non oltre n. 3 giorni dai termini di scadenza previsti per la presentazione delle istanze, con provvedimento dirigenziale approverà l'elenco/graduatoria dei beneficiari la misura di cui al relativo Avviso pubblico comunale. Ad ogni nucleo richiedente verrà materialmente consegnato un Buono spesa del valore corrispondente a quello stabilito nell'Avviso pubblico comunale. Il buono spesa potrà essere utilizzato, nei punti vendita individuati dal Comune medesimo, esclusivamente per l'acquisto dei seguenti prodotti:

  •  Prodotti alimentari di ogni tipo, ad esclusione delle bevande alcoliche;
  •  Prodotti per la pulizia e la sanificazione dei locali;
  •  Prodotti per l'igiene personale;
  •  Prodotti farmaceutici da banco per i quali non è richiesta la prescrizione;
  •  Dispositivi di protezione individuali;
  •  Materiali per riscaldamento dell'abitazione.

L'esercente commerciale, al fine di consentire ai comuni la regolare rendicontazione dei contributi all'uopo ricevuti, dovrà acquisire il Buono spesa erogato, cui dovrà essere allegato copia dello scontrino fiscale elencante i beni acquistati.
Per ogni informazione, ci si dovrà rivolgere, telefonicamente, ai comuni di residenza, ai recapiti telefonici che saranno comunicati nell'Avviso pubblico comunale.

 

Visitando il nostro sito Web l'utente accetta che stiamo usando i cookie per assicurare la migliore esperienza di navigazione.

Per saperne di piu'

Approvo